Diario

Il fotoromanzo delle Matrimoniadi

Pinterest LinkedIn Tumblr

Aspettiamo che la fotografa faccia la post-produzione, ho pensato. Scegliamo un po’ di foto, Amore del Cuore fa qualche prova di impaginazione, gliele ridiamo, lei ce le sistema tutte bene-bene e poi posso sventolarle di qua e di là. Solo che siamo ancora allo step uno, in pratica. Scegliamo le foto, Amore del Cuore? Ma c’è il Milan… di Pippo Inzaghi! Allora le guardiamo domani. Ma domani dobbiamo andare all’anteprima delle Tartarughe Ninja! Insomma, il disagio. Abbiamo una roba tipo seimila foto, in milioni di cartelle. Cartelle in bianco e nero. Cartelle a colori. Cartelle. Dopo numerosi tentennamenti, ci siamo messi lì ad appiccicare dei pallini digitali vicino a quelle che ci piacciono. I miei pallini sono verdi e quelli di Amore del Cuore sono gialli. I pallini sono stati copiosamente distribuiti, ma poi la vita ci ha sopraffatti ancora una volta e non siamo riusciti a cimentarci nell’organizzazione di un ipotetico album. Non ancora, almeno.
Visto che bisognava dare una svolta al processo creativo, qua ci sono un po’ dei nostri pallini colorati delle Matrimoniadi. Le mirabili foto sono opera di Emanuela Balbini, che vorremmo pure ringraziare con tutto il cuore per essere stata pazientissima, disponibile, invisibile, fantasticamente vigile e – tanto per sintetizzare – un casino brava. Ogni volta che passiamo davanti a una siepe o a un muro romanticamente sgarrupato pensiamo a lei che ci grida AMOREGGIATE! (e MENO LINGUA!, anche). Nel mio caso c’è stata anche una lunga serie di SALTA! che un po’ più giù riuscirete ad apprezzare meglio.
Pronti?
Pronti, valà, che sono già passati tre mesi.
Benvenuti al (sommamente frammentario) Fotoromanzo delle Matrimoniadi. Stavo per mettere tutte le foto che possediamo, ma vi ho risparmiato l’omelia di Don Giovanni, Amore del Cuore che si allaccia le scarpe con incredibile perizia, il buffet dei dolci, noi che limoniamo duro con centinaia di metri quadri d’edera alle spalle e tutti quanti i convenevoli. Il buffet dei dolci non l’ho visto nemmeno io, adesso che mi ci fate pensare.

***

_DSC1479
Qua c’è la mia adorata cognata Alice-Fenice che veste Amore del Cuore in una bizzarra camera d’albergo eletta a campo base della famiglia dello sposone. Si vocifera che Fenice sia la persona più brava della Lombardia ad abbottonare le camicie.
_DSC1701
Qua c’è Beatrice che cerca di capire come farmi somigliare a una persona.
_DSC1738
Un pregevole ricciolo-cannellone, forgiato dalle prodigiose mani di Elena.
_MG_0301
Ottone von Accidenti si è rifiutato di portarci le fedi, così ci siamo rassegnati al tradizionale cuscinetto.
_MG_0340
Vogue Piacenza – Luglio 2014.
_DSC1817
Qua è un po’ il momento in cui ci si domanda se i tacchi sono troppo alti. Certo che sono troppo alti, ma produrrete una tale quantità di endorfine da dimenticarvi delle vostre estremità. E anche di fare la pipì per un’irragionevole quantità di ore.
_MG_0407
Se ce l’ho fatta io, possiamo farcela tutte.
_MG_0482
Là sotto ci siete voi, ma prima o poi vi tireranno fuori.
_MG_0498
Le ragazze di Poesie Sposa non solo vi vestiranno, ma vi allieteranno anche con stupefacenti numeri di magia. Qui, per dire, un aggeggio di seta rosa scaturisce direttamente dalla mia generosa scollatura.
_MG_0524
EVVAI. Ci state ancora dentro. Non siete ingrassate all’improvviso come dei leoni marini!
_DSC1836
Questo, invece, è un po’ il momento in cui vi domanderete se vostro marito sarà in grado di slacciarvi il vestito, in un momento imprecisato della notte. E sarà anche l’ultima volta nell’arco della luminosa giornata del vostro sposalizio in cui sarete in grado di fare un respiro profondo, di quelli che coinvolgono l’intera cassa toracica, con spostamenti di costole e tutto il resto.
_DSC1855
Lì ero un po’ angustiata perché temevo di rossettarmi accidentalmente qualcosa di bianchissimo. Terrore che ha continuato ad accompagnarmi per il resto delle Matrimoniadi.
_MG_0275
Nel frattempo, all’accampamento dei Del Cuore si pensava alle cose importanti.
_DSC1850
Il perché al mondo esistano le occhiaie continua ad essere un mistero.
_MG_0660
Ma guarda. Siete addirittura arrivate.
_DSC1904
A livello di difficoltà, ho patito molto di più a scendere da quella macchina lì che a laurearmi. Anche perché ci sono arrivati tutti dopo a decidere di fare in là la stramaledetta portiera. Quella signora lì con la capoccia bionda è MADRE, Terrore delle Galassie. Ho avuto il divieto di pubblicare primi piani ravvicinati perché ha detto che è rugosa. Quindi ci si accontenterà di inquadrature vaghe e truffaldine.
_DSC1912
Il mio papà che tenta invano di comprendere come camminare di fianco a una persona avvolta in una tonnellata abbondante di organza di seta multistratificata senza causarle un danno permanente.
_DSC1916
Qua eravamo al “vai, papà. Conto fino a tre e vediamo cosa succede”. Nonostante le raccomandazioni, poi, ho continuato a impugnare il BUCHE’ come una Babolat.
_DSC1924
Questa è più o meno l’unica foto in cui non guardiamo entrambi per terra con un’espressione sommamente preoccupata. Si vede che a metà strada ci eravamo ormai convinti di essere capaci. Adesso posso anche chiudere la sfilata di Chanel, ma mangiando un panino con la salamella.
_DSC1930
FIGATA SPAZIALE! Siamo riusciti ad arrivare in fondo alla navata! Questo matrimonio sarà un successo!
_DSC1954
Attacco al Regno dei Cieli. Con due carrarmatini.
_MG_0827
Caspiterina, un anello!
_DSC2138
Amore del Cuore, lì fuori ci sono le persone che ci vogliono tirare il riso.
_DSC2142
Volée di dritto matrimoniale!
_MG_0984
Preparatevi all’irreparabile. Vi ritroverete chicchi di riso anche nelle mutande.
_MG_0988
Ricordate, amici. Tirate il riso pilaf, che non sporca lo sposo. E non scuoce.
_MG_1001
E usate il BUCHE’ per proteggere i vostri momenti di intimità.
_MG_1088
Fate anche un po’ le timide.
_MG_1307
E masticate con la bocca chiusa.
_DSC2449
Numerosi TVB.
_DSC2476
Amore del Cuore, mi si sono afflosciati tutti i capelli, ma è la prima volta che mangiamo insieme da sposati e sono molto contenta.
_DSC2488
L’unico giorno caldo dell’estate 2014. Il cielo ci protegge.
_DSC2657
Radiose giovani donne che non hanno paura di inciamparmi nello strascico. Amore del Cuore, al terzo UISCHI SAUAR, comincia a dare segni di cedimento. La provenienza delle rose giganti è ignota.
_DSC2334
Per rallegrarci come si deve della magnificenza del mio pizzo.
_DSC2660
La foto ufficiale con i CupidoS. A loro dobbiamo la nostra felicità. Manuela, per farmi una cortesia, è diventata all’improvviso poco fotogenica.
_DSC2511
Compito della sposa è vagare incessantemente per i tavoli, tipo ape operaia.
_DSC2722
MADRE, Flagello dei Mondi, spupazza Amore del Cuore con evidente soddisfazione. E Amore del Cuore sembra anche che ci stia.
_DSC2662
Una roba a metà tra uno SCIO’ PUSSA VIA e un saluto dalla carrozza. L’assurdità del gesto è sicuramente imputabile alla signorina a pois, l’iperattiva madamigella Gabbianella.
_DSC2749
Andrea Gentile non avrà fatto in tempo a leggere in chiesa perché si è dimenticato a casa i pantaloni, ma il discorso gli è venuto benissimo e ci siamo assai commossi.
_DSC2668
Cielo, la squadra di tennis di mio marito!
_DSC2633
SALTA!
_DSC2725
SALTA, MALEDIZIONE, SALTA!
_DSC2726
Ecco, andava bene anche se saltavo un po’ meno. Su TMZ titolerebbero “Bride flashes flancy embroidered thong”. Credo sia la mia foto preferita.
_DSC2549
Le due eroiche signore che hanno avuto la pazienza di spiegare ad Amore del Cuore com’è fatto un ufficio. Amore del Cuore, al tempo, aveva moltissimi capelli.
_DSC2559
Ecco, quell’energumeno col boccione di rosso è Cippo, l’artefice del nostro viaggio di nozze. Fatevi organizzare i viaggi dalla gente che è capace di divertirsi, che vengono meglio. Grazie Cippone! (Il giorno dopo si è scoperto che, per tornare a casa, Cippo ha attraversato in macchina un campo di mais).
_DSC2589
Può accadere che ad un certo punto qualcuno decida di issarvi su una seggiola. Se non c’era il papà di Amore del Cuore, però, col cavolo che ci salivo.
_DSC2638
Un assembramento di ovaie selvaggiamente felici. Ve le noleggio, se avete delle amiche un po’ menose.
_DSC2602
Può anche capitare che vostro marito venga sollevato da terra da un uomo che si fa chiamare Andres Diamond. Il medesimo uomo, poi, vi metterà della musica bella.
_DSC2621
La scandalosa avvenenza dei giovani Del Cuore.
_DSC2755
Le incomprensibili scapole appuntite della sposa.
_DSC2765
La torta alla fine era così. In cima ci sono i dinosauri acquistati da MADRE – Devastatrice di Orizzonti – chissà dove. Probabilmente è andata fino in Mongolia a scavarli via dalle pendici di un crepaccio. Lì, nel frattempo, ci siamo noi che accoltelliamo la torta. Più che un taglio è venuta fuori una pugnalata. Perché non sembra, ma non è facile capire come affrontare una torta nuziale. Quale sarà la consistenza? A che altezza bisogna intervenire? Che faccia c’è da fare? Un casino. I petali erano lì di default. Non avevo idea che avremmo avuto dei petali.
_DSC2771
Tiè, torta. Noi ci abbiamo provato. E adesso che ci pensino dei professionisti.
_DSC2780
In realtà facciamo così anche a casa. Ogni volta che apriamo una bottiglia la alziamo al cielo ed esultiamo.
_DSC2794
La torta era un po’ storta, secondo me. L’importante, però, è ridersela.
_DSC2882
Quel topo morto che ho lì davanti è il papillon di Amore del Cuore. Non mi ricordo perché fosse lì, ma mi sentivo molto importante. Quella roba bianca e tondeggiante a circa tre metri dal suolo, invece, è il mio bouquet da lancio. Ne avevo inspiegabilmente DUE. Uno per me – che MADRE (Valchiria Fiammeggiante) ha fatto essiccare come una reliquia benedetta di Santa Rita – e uno da scagliare alle le giovani donne in età da marito presenti alla cerimonia. Se vedete una cravatta, là in mezzo, è perché un conto è l’identità di genere e un conto è l’orientamento sessuale.
_MG_1633
E fatevi raccontare com’è andata la festa, perché voi avrete troppi parenti da salutare.

 

***

Perbacco, dopo tutto questo tempo chissà che cosa vi aspettavate. Io vorrei comunque ringraziarvi un’altra volta per averci accompagnati in questi mesi di scleri e felicità. Organizzare delle Matrimoniadi è un po’ come mandare della gente su Marte, ma con qualcuno che ha voglia di riderci un po’ su insieme a te si fa molto meglio.
Grazie, insomma. Qua ci si ama sempre molto.

 

18 Comments

  1. ODDIO SONO COMMOSSA COME SE FOSSI UNA TUA PARENTE!
    Bellissimo tutto, il tuo vestito innanzitutto, le scarpe fantastiche (non sono bianche? tantissimi cuori, io sono del Partito Contro Le Scarpe Bianche per le Spose), Amore del Cuore delizioso, torta fantastica.

    Avrei voluto esserci per poter dire “IO C’ERO”.
    Congratulazioni e in bocca al lupo per la vostra nuova vita insieme!

    Un abbraccione

    L

    • CUORI!
      Le scarpe non potevano che essere glitterate. Mi sono opposta strenuamente al bianco dal minuto 1. Le scarpe bianche mi fanno venire in mente le infermiere della seconda guerra mondiale. I tacchi si sono ovviamente tutti spelacchiati, tra pratini e vialetti di ghiaia, ma dovrebbero soccorrermi. A quanto pare, Jimmy Choo recapita tacchi sostitutivi. Se non li recapita, brucio la Rinascente.

    • Non puoi capire la fatica. I vestiti da sposa sono pesantissimi.

    • In tutte le foto salterine ho il doppio mento da sforzo fisico, infatti.
      Tranne in quella dove mi si vedono le mutande.

  2. Elisabetta Reply

    tutto molto bello. mi mancano -28 GIORNi, e a leggere che uscire da quella macchina è peggio che discutere la tesi di laurea mi sento maleeeee
    bellissima tegamini! grazie per aver condiviso con noi foto così private.

    • Elisabetta Reply

      ahahah la cosa della pipì me la dicono tutte le spose!!!

  3. Ho pianto e riso e amato le tue mutande.
    Tra foto e didascalie è tutto talmente meraviglioso che non so cosa dire.
    Se non che in cima alla colonna di destra di questo blog sei ancora Mademoiselle! 😛
    vi lovvo tanterrimo!

  4. ma che foto bellissime *.* ora mi cerco i post precedenti, ho la sensazione che ci siano molte cose interessanti nel tuo blog: la mia mente continua a ripetersi dinosauri-torta nuziale e devo capire cos’è successo!!

    • I dinosauri devono pur venire da qualche parte! 😀 Buona esplorazione… armati di coraggio.

Reply To Danila Cancel Reply